L'America Latina
Home Apertura Contatti FAQ

Search

L'America Latina

Il termine "America Latina" è stato utilizzato per la prima volta il 26 settembre 1856 dallo scrittore colombiano José María Torres Caicedo nel suo poema "Las dos Américas". Fin dalla sua comparsa, il termine si è evoluto in modo da comprendere una serie di caratteristiche culturali, etniche, politiche, sociali ed economiche che avessero tra loro una qualche similitudine e in contrapposizione alle stesse caratteristiche dell'America anglosassone. Gli stati considerati parte dell'America Latina sono i seguenti: Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Rep. Dominicana, Ecuador, Guatemala, Haiti, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Porto Rico, Uruguay e Venezuela.

Posto fra il Mar dei Caraibi, il Pacifico meridionale e l'Atlantico meridionale, il Sud America è la parte più selvaggia del nuovo continente. Il Sud America occupa una parte consistente della regione geografica chiamata "Nuovo Mondo", difatti l'America è a volte considerata come un unico continente e il Sud America come un subcontinente. Essa è la patria di molte specie animali uniche, tra cui il lama, l'anaconda, il piranha, il giaguaro, la vigogna e il tapiro, le foreste dell'Amazzonia comunque posseggono un elevato livello di biodiversità.

Il territorio dell'America Latina si sviluppa a sud-est della frontiera tra Panama e Colombia, secondo la maggior parte delle fonti. Altri invece pongono il confine lungo il Canale di Panama. Geopoliticamente l'intero Stato di Panama (compreso il segmento ad est del Canale di Panama) è generalmente considerato parte del Nord America o dell'America Centrale. In Sud America si trovano le più alte cascate del mondo (Salto Angel in Venezuela), il più grande fiume in termini di portata d'acqua (Rio delle Amazzoni), la più lunga catena montuosa (le Ande) la cui cima più elevata è l'Aconcagua con 6 962 m sul livello del mare, il deserto più secco (il deserto di Atacama), la più vasta foresta pluviale (l'Amazzonia), la più alta capitale (La Paz in Bolivia), il più alto lago commerciale navigabile (il Lago Titicaca) e infine la città più meridionale del mondo (la città di Porto Toro in Cile).

L'America del Sud ospita un'ampia varietà di climi: quello caldo umido della foresta pluviale amazzonica, quello freddo secco della Patagonia, quello arido del deserto di Atacama, quello ventoso gelido della Terra del Fuoco. Nella regione occidentale, tra le Ande e l'oceano Pacifico, sono presenti alcune delle zone più umide e più aride del pianeta: il Choco (Colombia, Ecuador, Perù, Panama) e il Deserto di Atacama (Cile, Perù, Bolivia, Argentina), il clima è generalmente tropicale: equatoriale nella regione amazzonica, umido nella savana, steppico nella pampa, nivale sulle Ande. Alcuni reperti archeologici portano a supporre un popolamento precedente all'arrivo dei primi uomini attraverso lo Stretto di Bering, come indicherebbe l'abbondante presenza di siti archeologici nel Sud America e il basso numero di questi nel nord del continente. La prima prova dell'esistenza di pratiche agricole nel Sud America risalgono a circa il 6500 a.C. Il primo a giungere in America Meridionale fu probabilmente Amerigo Vespucci, il cui primo viaggio è datato 1497.

La colonizzazione ebbe un grande impulso quando si venne a sapere che esisteva un impero ricco d'oro a sud. Era l'impero degli Inca e fu raggiunto da Francisco Pizarro nel 1527 e conquistato negli anni successivi dagli spagnoli. Dal secolo XVI fino agli inizi del secolo XIX dunque la maggior parte dell'America Meridionale fu divisa in colonie governate maggiormente dalla Spagna e dal Portogallo. In seguito con l'indipendenza tali colonie si tramutarono in repubbliche, con l'eccezione della Guyana francese e delle Isole Falkland, attualmente unici territori non indipendenti. Le cinque lingue coloniali del Sud America sono il portoghese, lo spagnolo, l'inglese, l'olandese e francese. Ma ci sono anche delle lingue parlate non europee come la lingua Guarani, parlata soprattutto nel Paraguay. Il paese di gran lunga più grande del Sud America, sia in termini di superficie che di popolazione, è il Brasile, seguito dall'Argentina. Le regioni che formano questo continente sono gli Stati Andini, la Guiana, il Cono Sud e il Brasile:

Stati andini — Comprende Perù, Bolivia, Colombia, Venezuela e Ecuador, ossia il gruppo di paesi che comprende il territorio occupato dal massiccio montuoso della Cordigliera delle Ande, la seconda catena montuosa più alta al mondo.

Guiana — Comprende Guyana, Suriname e Guyana francese ed è costituita da un vasto tavolato inclinato verso il nord, delimitato da una fascia costiera pianeggiante che continua a oriente nel territorio brasiliano e a occidente in quello venezuelano.

Brasile — Lo stato più vasto ed eterogeneo dell'intero continente.

Cono sud — Comprende Argentina, Isole Falkland, Cile, Uruguay e Paraguay, ossia quei paesi sudamericani che sono al di sotto del tropico del Capricorno. Geograficamente fanno parte di questa regione anche una porzione del Paraguay e le regioni meridionali del Brasile: Rio Grande do Sul, Santa Catarina, Paranà e San Paolo.

Il Carretto dell'Usato A.P.S. Via dell'Artigianato 6 Agrate Brianza 20864 (MB)

Partita I.V.A. 08057060967 | C.F. 94055230158 | R.E.A. 1889057

2015 Copyright - Il Carretto dell'Usato© | info@ilcarrettodellusato.org

ilcarrettodell'usato.org 2015 - Questa pagina è stata creata da Miquer e Matteo